28/09/2022
Il balcone in estate è il luogo ideale per le piante

Il balcone in estate è il luogo ideale per le piante

Una casa con balcone nel periodo estivo diventa l’occasione per far crescere dei fiori estivi in vaso che portano ad una immagine multicolore. I fiori estivi, nonostante il caldo, sono in gradi di restare fioriti dal mese di maggio a quello di agosto. Vediamo insieme alcune di queste tipologie di fiori che abbelliscono i balconi.

Piante e fiori che resistono molto bene al caldo

Quando si devono scegliere i fiori per il balcone il primo suggerimento è quello di optare per quelle piante che sono in grado di resistere al meglio sia all’esposizione al sole diretto che al caldo. Sono piante che richiedono l’acqua ma che sono in grado anche di sopravvivere in caso di una dimenticanza oppure se vengono lasciate per alcuni giorni senza innaffiature a causa dello spostamento per una vacanza. Tra queste, una delle piante che vanno per la maggiore è senza dubbio il geranio, che per molte persone è il fiore da balcone “per eccellenza”. Una delle grandi doti del geranio è la grande varietà di forme e di colori con le quali si trova disponibile in commercio presso i vivai. Per chi vuole una pianta ancora più rigogliosa del geranio classico, il consiglio è quello di acquistare la variante denominata “parigina” caratterizzata da una maggiore rigogliosità e dal fatto di ornare meglio tutto il balcone. Il geranio tollera molto bene l’esposizione diretta al sole, ma l’annaffiatura deve essere eseguita con regolarità, almeno 3 volte ogni sette giorni Un altro vantaggio è quello che i gerani allontanano le vespe e garantiscono quindi minori pericoli di punture indesiderate. Un altro fiore che si trova molto bene sui balconi è l’ortensia, che possiede dei fiori che sono allo stesso tempo di grandi dimensioni e molto colorati dal blu al rosa, dal bianco al rosso e sono inoltre molto decorativi. Per le ortensie servono dei vasi di grandi dimensioni ed è necessaria una innaffiatura costante, ancor meglio se nebulizzata.

Altri tipi di fiori da balcone

La lavanda è una delle piante da fiore maggiormente adatte ad essere coltivata su un balcone, oltre che in giardino. Caratterizzata da un profumo intenso, è una delle più belle piante “ornamentali” e i suoi fiori blu oltre che decorare il terrazzo sono anche apportatori di un benefico profumo all’interno delle case. La lavanda è una pianta che richiede una annaffiatura diversa tra i mesi estivi e quelli primaverili e autunnali, due volte ogni settimana nel primo caso e 2 volte al mese nel secondo. Una volta essiccati i fiori di lavanda possono essere usati anche per profumare la biancheria all’interno degli armadi dopo averli sistemati in dei sacchetti di tela. Una pianta forse poco conosciuta, che fa parte della stessa famiglia della calendula e della camomilla, è la Gaillardia, caratterizzata da una ottima resistenza sia alla siccità che all’esposizione diretta al sole. Sul balcone di una casa in vendita a Milano risulta certamente molto piacevole. Uno dei fiori più classici per un balcone, e adatto per essere coltivato da persone che non possiedono il “pollice verde” è la margherita, che richiedere veramente uno sforzo minimo per la sua conservazione. I vasi di margherite si acquistano ogni anno nel periodo primaverile e in quello estivo saranno completamente fiorite. L’unica accortezza per questa pianta è di tenere sempre umido il terriccio del loro vaso.

I bulbi che fioriscono in estate

Oltre alle sopracitate piante da fiore non si deve dimenticare la possibilità di avere un bel balcone fiorito grazie alle piante con bulbo, che si interrano nel corso dei mesi primaverili e che fioriscono successivamente in quelli estivi. Tra questi si ricordano i gladioli, dei fiori bellissimi, la cui fioritura avviene a cavallo tra il mese di luglio e quello di settembre, la belladonna, fiore che resiste bene al caldo e non ha un grande bisogno di cure e che deve essere piantata in primavera. Queste piante con bulbo richiedono una innaffiatura costante dopo essere state piantate.