Come tagliare il legno: Ecco i nostri consigli
28/06/2021

Come tagliare il legno: Ecco i nostri consigli

By Lorenza Ferraro

Il legno può essere lavorato e trattato in diversi modi, tutto dipende dal risultato che si vuole ottenere e dal tipo di legno utilizzato. In questo articolo andremo a vedere quali sono gli utensili più utilizzati per tagliare questo materiale.

Durante il lavoro di segatura, il problema principale riguarda la possibilità di causare strappi e sfilacciamenti nei pezzi, questo succede spesso quando il legno è rivestito (ad esempio impiallacciatura). Il nostro consiglio è quello di applicare del nastro adesivo sulla linea di taglio il quale può aiutare a tenere unito il legno e prevenire lo sfilacciamento. Un altro consiglio è quello di pre-segnare leggermente la linea di lavorazione con un coltello da taglio. L’ultimo consiglio per evitare che il legno si sfilacci è quello di strofinare la lama della sega con la cera, questo componente agisce da lubrificante naturale evitando che la lama della sega si blocchi durante l’operazione di taglio. 

Sega a mano

Con una sega a mano, il numero di denti è fondamentale per poter ottenere un taglio diritto. Più denti ci sono sulla sega, più fine e preciso sarà il taglio.

La sega a mano è facile da usare, la cosa più importante è sapere come impugnarla. Il polso non deve essere piegato, altrimenti la lavorazione potrebbe risultare molto faticosa e si accuserà stanchezza alla mano dopo pochissimo tempo. La sega a mano deve essere usata in modo molto pulito e bisogna sfruttare l’intera lunghezza della lama applicando all’inizio una leggera pressione, aumentandola una volta ottenuta una linea di taglio abbastanza profonda. 

Seghetto alternativo

Con il seghetto alternativo, il posizionamento è il fattore più importante. La lama della sega deve poter lavorare liberamente e il pezzo non deve vibrare ma deve poggiare saldamente sul banco da lavoro. Se è necessario segare i ritagli, è meglio praticare un foro vicino al bordo interno del ritaglio in modo che quest’ultimo possa essere segato in modo pulito. Con la lama giusta puoi anche eseguire tagli tondi e curvi che, a differenza dei tagli diritti, necessitano di una lama il più sottile possibile. 

Sega circolare

Come abbiamo visto nel nostro articolo sulle seghe circolari, si tratta di un elettroutensile molto potente, in grado di effettuare tagli veloci e molto precisi. Quando è spenta, la sega circolare deve essere posizionata in modo che il pezzo non venga toccato, la sega deve essere spostata in avanti solo una volta raggiunta la massima velocità. Con una lama idonea (dotata di un numero elevato di dentini) e una guida che poggia sul pezzo in lavorazione, è possibile effettuare tagli molto precisi. Di norma, sono possibili solo tagli diritti, ma la lama della sega può anche essere impostata per effettuare tagli angolati. Tieni presente che questo utensile è perfetto per essere utilizzato anche per la lavorazione di materiali in leghe leggere, ovviamente bisogna montare una lama idonea al materiale che si vorrà lavorare. Ovviamente, anche in questo caso la lama si può sostituire a piacimento, a patto che il suo diametro rientri nel massimo sopportato dall’utensile.