28/09/2022
Camini a legna quanti metri riescono a scaldare

Camini a legna: quanti metri riescono a scaldare?

Camini a legna, tradizione ma anche efficienza energetica

Tra le soluzioni più tradizionali per ottenere il tanto desiderato comfort termico in un’abitazione spiccano i caminetti a legna per interni (https://www.iacoangeli.com/camini-da-interno/). Sono delle realizzazioni che vengono effettuate con diverse tipologie di materiale tra cui i mattoni refrattari e che permettono di bruciare legna per riscaldare l’ambiente. Molte delle persone che sono in procinto di acquistare una nuova abitazione e vogliono suddividere al meglio gli spazi, in fase di progettazione sono chiamati a valutare anche le varie soluzioni per ottenere la temperatura desiderata durante il periodo invernale. La domanda a cui si cerca di dare una risposta riguarda la capacità di un sistema di riscaldare un determinato ambiente. Nel caso specifico, molti proprietari si chiedono, prima di procedere con l’acquisto ed installazione, quale la superficie espressa in metri quadrati di un caminetto da interno a legna può gestire. La legna spesso viene preferita perché si tratta di un combustibile tradizionale ecologico capace di donare quella sensazione di tepore e di comfort che indubbiamente è difficile da trovare in altre opzioni come ad esempio il pellet. Ma quanto riesce a riscaldare?

Capacità di riscaldare di un camino a legna: il dato medio

I caminetti a legna per interni godono di un certo impatto estetico, donano una sensazione di tepore e di famiglia ma quanto sono efficienti? Per quali spazi sono indicati? Rispetto ai più tradizionali camini in muratura, oggi ci sono diversi modelli che permettono di ottenere risultati straordinari anche in termini estetici. Per conoscere con esattezza il quantitativo di metri quadrati che un caminetto a legna può riscaldare senza problemi occorre conoscere anche la potenza espressa in kilowatt. Per dare un’idea concreta è sufficiente pensare che un caminetto può sviluppare una potenza di 12 Kilowatt per cui si arriva a riscaldare uno spazio di poco superiore ai 300 metri cubi. Tenendo presente come le altezze gli ambienti siano solitamente intorno ai 3 m, questo significa che un caminetto a legna arriva a riscaldare fino a 100 metri quadrati. Naturalmente affinché ci sia una ottimizzazione del riscontro, è necessario che l’ambiente sia ben isolato dal punto di vista termico e non ci siano dispersioni altrimenti il calore prodotto servirebbe per pochi metri quadrati.

Camini a legna per ottenere un ambiente accogliente

Abbiamo visto come un camino a legna per interni realizzato in qualsiasi stile, ad esempio rustico oppure più moderno, riesce a soddisfare le esigenze di un ambiente domestico purché ci siano dei requisiti da rispettare partendo dall’isolamento termico. Ci sono tante tipologie di caminetti che possono essere realizzati da aziende specializzate per ottenere un ambiente rustico oppure con altre caratteristiche. I prodotti si diversificano per materiali, per la tipologia di finitura ma anche per l’altezza della bocca del camino. Ci sono tanti aspetti che ne definiscono la bellezza estetica ma anche la capacità di riscaldare ampi spazi vuoti come potrebbero essere gli open space moderni. Lo stile scelto per la rifinitura del caminetto può essere anche un interessante ibrido con elementi più tradizionali, come le mensole in legno, e finiture invece realizzate con materiali moderni peraltro capaci di resistere adeguatamente alle forti escursioni termiche. Scegliendo un camino a legna dunque si ottiene quella sensazione di tradizione e di comfort e al tempo stesso si riesce ad accedere ad un ottimo rapporto qualità-prezzo perché la legna è tra i combustibili più convenienti attualmente offerti dal mercato. Tra l’altro la legna è facilmente reperibile presso negozi specializzati ma anche in contesti rurali, magari all’interno del proprio terreno.