Come applicare lo smalto semipermanente in modo autonomo
29/07/2021

Come applicare lo smalto semipermanente in modo autonomo?

By Giulia Vitale

In molte nella loro vita probabilmente si sono ritrovate nella condizione di dover a tutti i costi avere a disposizione qualcuno che facesse loro una bellissima e duratura semipermanente, semipermanente autolivellante, semipermanente hd per avere magari la possibilità di partecipare ad un evento importante in tempi brevi o anche per la semplice necessità di essere sempre in ordine. Non tutte però sanno che esiste la possibilità di , con una buona dose di impegno , applicare lo smalto semipermanente in modo fai da te, comodamente in casa propria e con una invidiabile garanzia di tenuta e di durata. Prima di passare all’effettivo metodo anticipato, è bene spendere qualche parola per descrivere cosa siano gli smalti semipermanenti (scopri di più https://www.aleascosmetics.com/categoria-prodotto/unghie/smalti-semipermanenti/).

Smalti semipermanenti: di Cosa Si Tratta?

Il semipermanente autolivellante rappresenta una valida via di mezzo tra la resistenza assoluta del gel e quella un po’ più blanda dello smalto tradizionale. La sua particolarità è quella di contenere nella composizione chimica delle catene polimeriche fotoindurenti che , una volta esposte alle radiazioni UV del fornetto (di cui parleremo dopo) raggiungono un ottimo grado di durezza e tenacità garantendo quindi le qualità elencate. In quanto a durata media, salvo eventi impattanti, si parla di circa 3/4 settimane, motivo per cui , tra l’altro, sarebbe buona norma prima di una applicazione esserne realmente convinti. Anche per quanto riguarda lo spessore c’è da dire che l’applicazione di un semipermanente inspessisce leggermente le unghie, donando anche una sensazione di tridimensionalità che ha un suo fascino. Naturalmente è bene considerare che anche quest’ultima qualità è una via di mezzo tra il gel e lo smalto tradizionale.

Veniamo ora all’argomento principale della trattazione. Come applicare lo smalto semipermanente in modo fai da te? Prima di tutto bisogna rifornirsi di tutto ciò che occorre per una buona riuscita dell’opera, si tratta comunque di una spesa minima rispetto al costo di una manicure in un centro specializzato. Ci si deve procurare:

  • Uno Sgrassatore ( o prodotto specifico per il cleaning delle unghia)
  • bastoncini di legno d’arancio
  • dischetti di cotone
  • Un primer per la preparazione preventiva dell’unghia
  • un fornetto UV ( o comunque una lampada Uv o led)
  • Una base coat
  • Un top coat
  • Un mattonino a quattro facce
  • smalto (del colore desiderato)

Una volta in possesso di tutto il necessario è importante, per una buona riuscita del lavoro, seguire passo passo determinati step (soprattutto per chi non ha particolare esperienza).

  • Step 1- Preparazione

Per prima cosa si deve procedere alla preparazione dell’unghia come se si volesse fara una normale applicazione di smalto tradizionale. Quindi è necessario sgrassarla per bene , con i dischetti di cotone e il cleaner , e successivamente limarla e darle la forma desiderata mediante il mattonino a 4 facce. Fatto ciò si deve applicare un fondo di primer per poi lasciare asciugare all’aria per qualche minuto.

  • Step 2- Semipermanente

A questo punto si è pronte a procedere con la vera e propria applicazione dei prodotti. Si inizia con un velo di Base coat, stando molto attente a non toccare le cuticole, seguito da polimerizzazione (con lampada Uv) per circa 60 secondi. E’ bene tener presente che se si dovesse intingere le cuticole di prodotto, questo va subito eliminato tramite i bastoncini d’arancio. Poi si applica lo smalto , seguendo le stesse linee e lo stesso principio della base, e si polimerizza nuovamente per ancora circa 60 secondi. Infine si passa un velo di Top coat e si polimerizza per l’ultima volta. A questo punto il trattamento può dirsi completo e rimane soltanto una cosa da fare.
Step 3 – Pulizia Finale

Si tratta semplicemente di sgrassare la parte superficiale dell’unghia trattata mediante i pad e il cleaner per eliminare i residui prodotti durante il trattamento.